lunedì 26 settembre 2016

Mabon - parla la Dea

Messaggio della Dea

“Figlie, la Dea è con voi.

Vi accompagna nel vostro cammino,
a volte vi impedisce di inciampare,
vi attenua le cadute, vi aiuta a riprendervi,
vi sostiene con il suo amore, la sua attenzione e la sua cura,
poiché la Dea ama le sue figlie, ama tutti i suoi figli,
ma riconosce come in uno specchio le sue figlie,
perché sono simili a lei:
nel dare, nell’amare incondizionatamente, nel permettere al cuore di ferirsi,
nel perdono e nella compassione, nella scelta, nell’intuizione.

La Dea è lì con voi, come una Madre che teneramente accompagna per mano,
ma vi lascia libere nel vostro libero arbitrio,
perché la Madre ha imparato a staccarsi dai suoi figli,
ma è lì pronta ad accorrere in vostro aiuto, pronta al vostro richiamo,
pronta a darvi amore, incoraggiamento e protezione,
e vi benedice in ogni momento della vostra vita,
così come sta facendo anche ora, toccando i vostri cuori, ponendo le sue mani sul vostro capo e passando tra di voi mentre porta la fiamma che avete acceso,
e questa fiamma arderà nei vostri cuori, illuminerà le vostre scelte e vi renderà ogni giorno più consapevoli.

Andate in pace con la mia benedizione”.



Surabhi, giovedì 22 settembre 2016

mercoledì 7 settembre 2016

Festeggiamo Lugnasad

Festeggiamo Lughnasad

E ringraziamo la Dea che è stata qui con noi questa sera,
che ci ha ascoltato,
che si è divertita,
che ci ha incoraggiato.
Che attraverso la sua misteriosa aura ci ha portato i suoi raggi d’amore,
che ha assistito ai nostri riti e di nuovo attraverso i riti ci ha mandato la sua benedizione; così come sta facendo anche adesso, benedicendo questi doni della Terra,
affinché siamo consapevoli che tutto ciò che ci viene dalla Terra è benedetto.
Foto e illustrazioner by Surabhi

E la Dea porta la sua benedizione anche sui cactus,
perché anche i cactus simbolicamente sono importanti per questo rito,
poiché buttano fuori le spine e possono pungere,
ma all’interno c’è morbidezza e sono un insegnamento,
per ricordarvi che anche se ci sono delle spine,
la vita può essere molto dolce,
purché si passi dall’accettazione e dalla comprensione.

Quindi la Dea benedice tutta questa stanza,
tutti gli oggetti di questa stanza,
tutte le persone di questa stanza,
tutti i frutti di questa stanza,
tutta l’acqua di questa stanza,
tutti gli elementi di questa stanza,
tutti i muri di questa stanza.

E mentre benedice, posa le sue mani su ognuno di noi, sulla testa e sul cuore,
e ci invia il suo grande raggio,
e questi raggi ci danno la forza di camminare nella vita,
di fare nuove esperienze,
di approcciare nuovi modi di essere,
di esprimersi con creatività,
di esprimersi con amore,
di esprimersi con comprensione
di esprimersi con consapevolezza.

Ci invita anche a perdonare noi stessi,
perché tutti gli uomini faticosamente fanno il loro cammino,
un cammino fatto di sfide, di difficoltà di dispiaceri,
ma anche di gioia, di amore, di comprensione.


Surabhi, 1 agosto 2016

Google+ Followers

Google+ Badge