domenica 27 settembre 2015

La ruota dell’anno: Festeggiamo Mabon

E la Dea ci dice:
Figlie,questa sera una porta si è aperta:
una porta di luce, di consapevolezza, di cammino elevato.

Ognuno di voi fa il suo percorso passo dopo passo,
a volte piano, a volte più velocemente,
ma non temete, perché ognuno di voi può raggiungere il proprio obiettivo nella vita quotidiana e attivare così l’obiettivo dell’anima.

Questo è il tempo della pazienza,
è il tempo dell’introspezione,
il tempo della fiducia, della sicurezza in se stessi.

La ruota gira:
nel suo salire e scendere c’è il ritmo della vita, morte e rinascita.

Tutto si consuma, tutto si disperde apparentemente, perché poi ritorna:
questo è il ciclo vitale, morte e trasformazione,
e dalla trasformazione nasce una nuova vita,
un nuovo modo di pensare, un nuovo modo di essere.

Questo è lo speciale ritmo dell’autunno interiore:
un ritmo che assomiglia alla sua stagione,
che privilegia lo stare in casa, il condividere, l’accudire.

Passato il tempo dell’allegria, dello stare all’aria aperta,
il tempo attivo, il tempo dell’azione.

Questo è il momento della meditazione profonda,
per ottenere una connessione diversa:
di cuore, di abbandono e di superamento di tutte le barriere.

Non permettete al giudizio e ai condizionamenti di interferire nella vostra vita,
ma camminate serene su questo nuovo sentiero che oggi si è aperto per voi.

La Dea vi benedice e pone le sue mani sulla vostra testa per infondervi coraggio ed energia.


Andate in pace”.

Google+ Followers

Google+ Badge