martedì 30 giugno 2015

Terapie di Luce

Sabato 4 luglio dalle ore 15.00 alle 18.00
Domenica 5 luglio dalle 10.00 alle 17.00
Un week-end dedicato alle terapie per il corpo e l'anima.
Consulti personalizzati da prenotare direttamente sul sito,
scegliendo giorno e ora. Con Surabhi e Fosca
www.ilcardoelarosa.it
Un dolce modo per prendersi cura di sé stessi e entrare in contatto con l'Energia di Angeli, Arcangeli, Maestri e Deva.

giovedì 25 giugno 2015

Solstizio d'estate 2015

Messaggio di Ra

Io sono la potenza nel Sole,
sono la Luce che vi scalda, che vi illumina, che vi sostiene, che vi nutre.

La mia potenza è una potenza rigeneratrice,
con la mia Luce spazzo via i dubbi, i dispiaceri, le frustrazioni, i disagi.

La mia Luce si insinua negli angoli più scuri, anche quelli reconditi nel vostro cuore.

Io sono Luce illuminante, purificante, nutriente;
porto la mia Luce dappertutto (scandisce lentamente, con voce ferma, determinata):
verso coloro che soffrono, verso coloro che si disperano, verso coloro che non capiscono
e che hanno perso il contatto con la loro anima,
che apparentemente non hanno più un percorso da seguire,
ma faticano ogni giorno in cerca della mia Luce, anche se non lo sanno.

Io sono con voi e dentro di voi,
vi rimando la Luce che ispira i vostri cuori e le vostre azioni,
affinché voi - a vostra volta - diventiate:
Esseri di Luce, Guerrieri della Luce.
Siete i miei Guerrieri, i miei Paladini, i miei Cavalieri (il tono qui è alto, deciso, orgoglioso!)

Anche voi Sorelle nel vostro Sentiero Lunare,
anche voi siete connesse con la mia Luce, con la mia forza, che potete sempre richiamare nei momenti di difficoltà.

La mia Luce vi aiuta a percorrere il vostro cammino,
perché io e la Dea siamo connessi, profondamente connessi e legati l’uno all’atra,
in un ciclo continuo: divisi e uniti, perché la Legge del Cosmo è Una.

Io sono Ra (qui la voce, alta e decisa, si ferma un attimo) e vi benedico da quella che voi considerate la notte dei tempi,
ma questo non è, perché io sono continuamente presente:
con la mia Luce, con la mia Forza, con la mia Potenza.

Benedette voi siate”.


Surabhi, 20 giugno 2015 – Cascina Bagaggera

venerdì 19 giugno 2015

Messaggio dell’Arcangelo Mikael – Vicerè del Cielo



Non dovete avere paura della spada:
la spada non è soltanto un arma di offesa,
la spada è un’arma di difesa spirituale,
la spada serve per separare, per dividere, per discernere.

La spada spirituale porta Luce, porta consapevolezza,
porta forza e coraggio nell’azione, nell’azione intelligente,
nel prendersi la responsabilità di come si agisce,
nel giusto, nell’attenzione verso gli altri, che non può essere condiscendenza,
ma rigore, rispetto e attenzione.
Ma ciò non significa debolezza, non significa lasciar correre,
poiché ognuno è responsabile delle proprie azioni e delle proprie scelte.

I Guerrieri della Luce mai come in questo periodo sono stati chiamati,
ed è una chiamata alle armi nel vero senso della parola:
ognuno di voi deve agire con la sua arma di Luce,
per portare consapevolezza e responsabilità nei confronti di chi ancora
non ha intrapreso un cammino sicuro.

C’è caduta, c’è ripresa e c’è ricaduta,
ma questo a voi è sempre meno consentito perché la vostra responsabilità,
la vostra consapevolezza, la vostra capacità di percepire è illuminata dalla Luce:
la Luce del coraggio, la Luce dell’indipendenza, la Luce dell’assenza di giudizio,
ma anche Luce di rigore e di rispetto e di potenza e di forza.

Ciò che prima accadeva nell’indifferenza, oggi non può più accadere,
ma ciò di cui parlo non è la repressione, non è l’attacco brutale,
ma è l’Amore che si fa strada con tutta la sua potenza per abbattere le barriere,
e come un fiume in piena travolge giudizi, pregiudizi, frustrazioni, rabbia, delusioni:
questa è la vostra chiamata alle armi.

Siete chiamate a diventare più consapevoli, più sicure di voi stesse, più determinate.

E’ in questo senso che io vi affido la Luce della mia spada,
perché illumini le vostre spade, le spade che sono nel vostro cuore.

Io vi benedico e vi sostengo nel vostro ruolo di Guerrieri della Luce,
sono Mikael e vi dico: andate in pace”.


Surabhi, mercoledì 17 giugno 2015 - serata dedicata alle Gerarchie Celesti 

domenica 14 giugno 2015

La danza degli elementi - spazio etere


Messaggio dall’Etere – Il Quinto Elemento

Benvenute Sorelle a questo incontro che vi ha visto sperimentare la potenza e la consistenza dell’Etere, una consistenza incorporea, apparentemente un gioco di parole,
che tale non è, poiché nella sua incorporeità l’Etere, come sapete, gioca un ruolo importante nella vostra vita.

L’Etere è il sentire, è il percepire, è l’essere sensibili a qualcosa che non appartiene alla parte più terrena ma nemmeno appartiene alla mente: poiché l’Etere è il vuoto della mente, è la meditazione, è l’aspettativa la consapevolezza, il cambiamento.

Ogni volta che venite spinte in una direzione apparentemente irrazionale,
ma per voi fondamentale, siete connesse con il quinto elemento:
questo elemento è la vostra bussola, poiché poggia saldamente sui quattro elementi, indispensabili per la vita sulla terra,
ma il quinto elemento è l’ago della bilancia,
è la giustizia universale, la fratellanza, l’amore cosmico.

Il quinto elemento abita nella vostra coscienza, nella vostra anima,
il quinto elemento è la legge del Karma, ma anche suono, sorriso, lacrime, innocenza:
è tutto ciò che è, che è stato e che sarà.

E in questo senso è anche l’attesa,
è il suono primordiale che vi fa ritornare all’esperienza delle vite passate,
ed è ancora suono che vi proietta nelle vostre sensazioni più profonde e più istintive,
è dal quinto elemento che deriva la crescita spirituale.

Io, Divino Reggente del Sistema Planetario, Vi benedico e Vi dico:
andate in pace Sorelle.
Amen.



Surabhi, mercoledì, 10 giugno 2015  

Kamael - Signore del Karma

Kamael, Signore del Karma
E si sta formando una potente colonna rossa,
e questa colonna prende la forma di un mantello,
e in questo mantello c’è una spada .

E Kamael dice:
vedete, questa spada non è per dividere, ma per togliere:
per togliere i pregiudizi,
per togliere le trappole della mente,
per togliere i disaccordi.

Togliere significa portare sempre di più allo scoperto l’essenza pura.

Osservare è una capacità del togliere.

Voi non dovete dividere ma unire:
unire tutti i vostri corpi, perché solo così potrete essere tutt’uno; (*)
unire i vostri pensieri, 'che solo così potrete direzionarli,
unirvi al Tutto, 'che solo così potrete crescere.

C’è amore nella forza,
c’è amore nel coraggio,
c’è amore nella determinazione:
ognuno di voi può mettere in atto queste qualità per portare avanti il proprio cammino
nella saggezza, nella sapienza e nella ricerca.

Siate giusti, onesti, corretti,
e date a voi stessi ciò che la vostra anima si merita:
attenzione, sostegno rispetto.

Kamael porta la Sua Luce su di voi e vi dice:
andate in pace.

(*) corpo fisico e corpi energetici

Surabhi, lunedì 16 marzo 2015

serata delle Gerarchie Celesti. Dedicata all'Arcangelo Kamael

Google+ Followers

Google+ Badge