lunedì 17 novembre 2014

a proposito di disegni

Messaggio dell’Arcangelo Metatron


-.....E ringraziamo l’Arcangelo Metatron che è stato qui con noi questa sera.

E l’Arcangelo ci dice che, attraverso la pittura ed i disegni,
ha mandato dei messaggi che lavoreranno dentro di voi nel tempo,
perché il messaggio che arriva attraverso le immagini e attraverso i colori
è un messaggio più sottile e più profondo di quello che arriva con le parole.

In realtà il modo più corretto di comunicare sarebbe quello nel silenzio,
perché nel silenzio si aprono le coscienze,
ma è difficile questo concetto da accettare,
perché gli umani hanno bisogno di qualcosa di tangibile,
e allora gli Arcangeli lavorano su più piani:
sul piano della parola, sul piano dell’immagine, sul piano dell’energia, della vibrazione,
e su un piano più profondo che va a smuovere di più le coscienze nel tempo,
e questo è quello che avviene anche quando si parla dei quattro Mondi:

(nota: dell’Albero della Vita: Atziluth "Emanazione", Beri'ah "Creazione", Yetzirah "Formazione", Assiah "Azione"). 

sono condizioni diverse che appartengono allo stesso Uno,
appartengono a un Tutto Uno.

E’ come se il loro modo di comunicare avesse più facce,
più dimensioni atemporali, spaziali, vibrazionali, cosmiche.

E poiché questi Mondi, si integrano tra di loro e hanno bisogno,
attraverso l’integrazione, di arrivare fino a noi,
questi Mondi vengono utilizzati in funzione del percorso dell’Anima.

E, a seconda delle esperienze che dobbiamo fare o del momento che stiamo vivendo,
ecco che uno dei quattro Mondi prende il sopravvento,
perché in ogni caso la vibrazione deve scendere sul piano fisico,
sul piano concreto, ed è complementare quindi ad un livello più alto.

Metatron ci saluta e ci benedice.

Surabhi, giovedì 13 novembre 2014

nota: il numero esoterico corrispondente alla data della canalizzazione è il 4.







Note: il numero esoterico di oggi è il 4.

lunedì 3 novembre 2014

Messaggio della Dea Madre


E ringraziamo tutti gli Dei che sono stati con noi oggi in questa giornata e la Dea Madre, che ci ha sostenuto, ci ha accudito amorevolmente, è stata con noi e ci ha portato la sua energia.

E al centro di questo cerchio si sta formando una fiamma rosa, e la Dea dice:
“Figlie mie,
sono stata con voi in questa giornata per portarvi il mio amore, la mia benedizione e il mio sostegno.
Molta strada avete fatto e ancora tanta ne dovete fare,
ma nel continuare il vostro cammino ogni giorno sarà un po’ più lieve:
inciamperete ancora, gli ostacoli saranno ancora con voi per aiutarvi nell’esperienza terrena, ma oggi il vostro cuore, che vibra nella la mia direzione, è un cuore che comprende, un cuore che perdona, un cuore che dà amore senza giudizi.
Ciò è fondamentale per la vostra crescita, perché, come sapete, tutto passa attraverso il cuore,
e nel cuore si sperimenta, pronto a portare parole di conforto a tutti coloro che ne hanno bisogno.

Donne voi siete, Madri, Sorelle, Figlie:
tutte figlie mie, tutte figlie del mio cuore, tutte benedette, tutte ascoltate nelle vostre richieste.

E quando chiedete con cuore puro la vostra richiesta va oltre il tempo e lo spazio,
e forma quella energia che vi ritorna più e più volte sotto varie forme, sotto vari incontri.
Non sottovalutate quindi le anime che incontrate, i suggerimenti che vi arrivano, i messaggi che cadono sulla vostra strada, poiché fa parte tutto dell’uno, senza spazio né tempo.

Io pongo le mie mani benedicenti su di voi perché accresca il vostro amore,
la vostra fiducia e la vostra dedizione, e vi dico andate in pace nel segno amorevole della Luna”.


Surabhi, 26 ottobre 2014 – Le Donne della Dea – giornata intera a Cascina Bagaggera 

domenica 2 novembre 2014

Estia e il fuoco

La spirale degli Dei

Questa sera vi ho portato al centro del vostro essere,
con questo Fuoco Sacro,
poiché il primo fuoco sacro è quello che arde dentro di voi:
una fiamma indomita, che a volte sembra svanire, rimpicciolire,
piegata dal vento delle delusioni, dei dispiaceri, dei dubbi…

Ma quando meno ve l’aspettate e vi sembra che la fiamma si sia spenta,
ecco che ritorna dentro di voi: più forte, più sicura e più potente di prima.

Questo il senso del Fuoco Sacro che ogni donna alimenta dentro di sé,
prima di donarlo alla sua casa, alla sua famiglia e ai suoi cari.

Di donna in donna, nei secoli e nei secoli
questo fuoco non si è mai spento,
è sempre stato lì a ricordare la vostra forza femminile,
il vostro coraggio, la vostra capacità di agire.

E il fuoco ancora oggi vive silente in tutte le case,
protegge, rassicura, scalda, nutre,
e ogni donna nella sua casa è la Sacerdotessa dedicata al Fuoco Sacro,
un fuoco amoroso di vita.

Voi, Sorelle, siete le portatrici consapevoli di questo fuoco.

Questo fuoco rappresenta per voi la torcia della fede profonda,
il simbolo potente della Dea che è in ogni luogo,
e il fuoco per voi traccia un sentiero luminoso dal quale non potete discostarvi,
perché non ne siete capaci, perché nel fuoco c’è amore, c’è profondità, c’è chiarezza.

Che la vostra strada, la strada del vostro cuore,
sia luminosa come questa fiamma perpetua e antica.

Io sono Estia e vi benedico,
poiché sono una parte imprescindibile di ognuna di voi.

Andate in pace”.


Frase per lo spegnimento del fuoco/candela:

Per il momento spengo questo fuoco,
perché so che rimane acceso dentro di me”.


Surabhi, giovedì, 16 ottobre 2014 

Estia – spirale degli Dei –

 18 settembre 2014

Ogni focolare di per sé rappresenta l'ombelico del mondo e il
perfetto divenire di ogni cosa.
L'immortale cerchio dell'impermanenza, senza principio né fine.
Pura essenza Cosmica.
Potente esprressione di vita.
Poiché senza focolare, vita non c'è, così come senza la pura essenza dell'arcano femminile: nascosto, silente, immutabile e accogliente.
Questo senso del focolare, alberga in tutte le anime e scalda i loro cuori con il fuoco comune della partecipazione e dell'Energia Vitale.
Estia ti saluta e mette tra le tue mani, la piccola fiamma dell'azione armoniosa.

Estia

Durante la serata della "Spirale degli Dei"
voce di Paola nel ruolo di Estia



IO SONO ESTIA.
IO SONO IL FUOCO SACRO CHE ARDE NELLE DIMORE,
NEL TEMPIO DELLA COMUNITA' ……
LA DIMORA CHE IO PROTEGGO E’ SACRA.

DO RIFUGIO AI SUPPLICI
CONFORTO CON IL MIO CALORE COLORO CHE RITORNANO A CASA.
TRA LE MIE MURA GLI OSPITI SONO AL SICURO.

IL MIO BRACIERE E’ ROTONDO…… SIMBOLO DELLA COMPLETEZZA.

SONO VERGINE VOLONTARIA, COMPLETA IN ME STESSA.
RIVOLTA AL MONDO INTERNO, AL DENTRO, ALLA CURA E ALLA MEDITAZIONE.
METTO A FUOCO LA COSCIENZA, AFFINO LO SGUARDO INTERIORE.

NEL MONDO CONFUSO IN CUI VI TROVATE VI PORTO CHIAREZZA,
IL PUNTO FERMO CHE DA’ UN SENSO ALLE VOSTRE ATTIVITA’.
CON ME RESTERETE SALDE NEL CAOS DELLA VITA QUOTIDIANA.

VI DONO IL MIO FUOCO E VI BENEDICO SORELLE AMATE
IO SONO IL CALORE CHE SI RISVEGLIA DENTRO OGNUNA DI VOI
PORTATELO CON VOI
COME UN TEMPO LE SPOSE ALLE VOSTRE DIMORE,
LI’ SARO’ CON VOI E VI CUSTODIRò
COME DA SEMPRE E’ STATO.

SIATE IN PACE.

Google+ Followers

Google+ Badge