martedì 29 aprile 2014

la spirale degli dei - Messaggio di Ade


Fosca (mentre guarda nella ciotola dell’acqua):
Quale mondo voi varcate non ha importanza,
ma l’energia che esso sprigiona è importante per voi;
quindi Sorelle badate, ascoltate,
perché Io sono presente fra voi.

La paura aiuta a mantenere il coraggio,
perché il coraggio è forte in voi.

Più piani ci sono nelle nostre stanze,
varcare le porte è solo un istante.

Sempre ancorate alla Luce voi siete,
ma badate bene di stare sempre unite.

Ora Io vi dico: paura non dovete avere,
perché c’è chi protegge e chi vi segue.

Io sono forte nel mio mondo, ma sempre aperto sono al vostro ritorno
e quindi Sorelle - Sorelle di Luce - la tenebra e il buio è solo pace”.

Surabhi:

Io Ade parlo con molteplici forme,
io sono l’acqua, sono il vento, sono la polvere,
ma non fatevi ingannare poiché Io sono tutto e niente,
e in questo tutto e niente sta la mia forza ma anche la vostra.

Le tenebre sono tali finché non irrompe la luce,
e la luce è tale finché non irrompono le tenebre:
questo è un continuum, un divenire come il sacro Ouroboros,
che forma un cerchio perfetto e così anche le vostre vite formano un cerchio perfetto e continuo,
da un’esperienza all’altra, da una vita all’altra.

Io vi accolgo e vi riporto dal buio alla luce,
poi tornate a me e poi ritornate,
così è per voi e così è per la mia sacra sposa,
che passa da un mondo all’altro esattamente come fate voi.

Voi, come altri, avete anche il privilegio di passare dal vostro mondo al sopramondo,
di esplorare dimensioni diverse,
di sentire con le vostre emozioni e con la vostra anima.

Questo capita solo dopo un adeguato addestramento,
che ognuna di voi ha avuto fin dalla notte dei tempi,
ed è questo addestramento che vi porta a percepire,
che vi porta oltre la mente, che vi porta a sperimentare.

E questa è la vostra forza e anche la nostra,
poiché voi vi alimentate da noi e noi ci alimentiamo da voi,
siamo strettamente correlati:
nella luce, nel perdono e nell’armonia.
Io apro le mie braccia a cerchio verso di voi per dirvi: non temete!

Sono Ade,
Signore del sottomondo,
Maestro delle Esperienze,
Governatore del Tempo,
Istruttore Lunare.

Andate in pace”.


Messaggio finale:

E ringraziamo Persefone, Ade, il Maestro Serapis Bey che ci tiene sempre sotto tiro e “sotto scacco”,
e sentiamo l’energia di questi Maestri e di questi Dei che sono stati con noi stasera,
mentre si sta formando una fiamma al centro di questo cerchio,
una fiamma di pulizia, di purificazione, una fiamma fredda.
E ringraziamo, quindi, anche per quest’ultimo regalo.


La Spirale degli Dei, giovedì 24 aprile 2014

La spirale degli Dei - messaggio di Persefone


Il contatto con me è un contatto profondo,
ed è significativo per ognuno di voi.

Questo entrare e uscire è l’aspetto duplice della mia essenza.

La mia essenza, come ha detto Ade, è la stessa:
la differenza è che il mio sposo resta nel suo mondo e da lì muove le fila delle anime.

Io ho questa possibilità di entrare ed uscire, di andare e di tornare.

Io sono il ciclo potente della vita e della morte.

Ma che cos’è la morte se non il cambiamento e la trasformazione?

Ogni volta che nella vostra vita si chiude un evento quell’evento muore,
ogni volta che si apre un’opportunità l’evento nasce.

Questo è il ciclo continuo,
l’alternarsi delle stagioni, le età, il movimento.

Tutto è un movimento circolare infinito e continuo,
senza intervallo di tempo.

L’intervallo di tempo è solo nella vostra testa perché ogni evento si succede all’altro,
e si trasforma nel momento in cui l’evento avviene,
inizia la trasformazione di questo evento proprio come nella spirale:
nella spirale c’è un inizio e un cambiamento continuo,
che segue le volute della spirale,
che può essere anche infinita oppure esaurirsi e ritornare a girare.

Io sono il tramite tra voi ed il mio sposo.
Egli è potente, sotterraneo, né malvolente né benevolente,
egli è nella sua totale interezza,
sta nel centro: non c’è bene non c’è male, c’è un centro che muove tutte le cose.

Io mi muovo dall’interno all’esterno,
porto rinnovamento, trasformazione, cambiamento
ma anche attività, implosione, accondiscendenza.

Sono come l’acqua: prendo la forma del contenitore,
non vivo nella mia essenza perché sono l’essenza di tutti.

Non giudicatemi, ma accettatemi per ciò che vi posso dare.

Nella connessione con me c’è la comprensione,
l’essenza di due mondi differenti che non sono mai divisi,
ma che si compenetrano uno nell’altro in un continuo cambiamento ed evoluzione e trasformazione e cambiamento e trasformazione ed evoluzione,
una spirale infinita.

Nella connessione con me c’è l’alto e il basso, la terra il cielo,
il tempo senza tempo, lo yin e lo yang
Il chiaro e lo scuro.

Andate in pace.”

Surabhi, giovedì 17 aprile 2014

giovedì 17 aprile 2014

Incontro con il Maestro SAINT GERMAIN


Io sono la Fiamma Viola, il Maestro del Settimo Raggio e vi ricordo che il rigore, la disciplina, l’attenzione sono importanti per la crescita spirituale così come il lavoro che ognuno fa su di sé, perché quando lavorate su di voi poi vi ponete in una dimensione differente anche nei confronti degli altri, non solo quelli che vi circondano, i vostri interlocutori abituali ma rispetto a tutti e a tutto il mondo.

Il rigore, la disciplina non vanno contrastati,
ma vanno assecondati poiché stiamo parlando di disciplina dell’anima,
non di una disciplina mentale che vi porterebbe fuori strada,
perché vi porterebbe ad un eccessivo controllo del mondo che vi circonda.

La disciplina è fatta anche del lasciar andare,
dell’impegnarsi sinceramente ed onestamente con se stessi;
è fatta di studio, di analisi, di impegno,
ma un impegno, un’analisi e uno studio che deve andare oltre,
oltre le barriere della mente.

Questo rigore e questa ricerca fanno parte dei compiti dell’anima,
e come tali sono necessari per la vostra evoluzione.

Questo è il tempo dell’approfondimento, della trasformazione, del cambiamento profondo
e, come spesso vi diciamo, è il tempo dell’accelerazione.

E’ un tempo non tempo,
è un tempo che si muove velocemente
e che vi porta ad una accelerazione della vostra vibrazione più profonda.
È facile che durante questo cambiamento vi sentiate in parte sulla terra e in parte vi sembri di ondeggiare nelle altre dimensioni.

Solo attraverso il rigore e la disciplina potete mantenere il senso della vostra incarnazione
e nello stesso tempo contattare le dimensioni superiori.

Trovate voi il modo per attingere alla vostra forza interiore e permettervi di andare oltre.

Io vi benedico, nel nome del Sole Centrale
e vi porgo la trasmutazione della Fiamma Viola come strumento di purificazione
e di sostegno.


Surabhi, martedì 15 Aprile 2014


Google+ Followers

Google+ Badge