martedì 23 dicembre 2014

Rito di Yule - chiusura cerchio

E ringraziamo la Dea che è stata con noi durante tutto questo rito.

E al centro di questo cerchio si sta formando la stella di Yule,
e questa stella ruota su se stessa fino a formare un vortice che si alza fino al cielo.

E’ un vortice potentissimo, pieno di colori, e all’interno c’è l’essenza della Dea,
e il ruotare di questo vortice forma una spirale nella quale siamo tutti immersi.

Di nuovo la spirale rappresenta la fine e l’inizio, l’inizio e la fine,
perché la spirale inizia dal nostro centro e va nell’infinito, nell’universo, nel cosmo:
non perde né rotazione né segno, semplicemente non lo vediamo,
ma in realtà va e poi ritorna verso di noi, e se ponete le intenzioni all’interno di quella spirale, lanciate il vostro desiderio verso l’Universo per poi consentirgli di ritornare a voi
pieno di forza, pieno di intenzione, pieno di realizzazione.

E di nuovo la Dea ci benedice,
e ci incoraggia a camminare sul sentiero della vita con passo sicuro.


Surabhi, Yule e Solstizio d’Inverno 2014

Messaggio della Dea Madre (dopo il rito del Solstizio d’Inverno)

Questo è il momento di osservare il respiro del Mondo,
poiché siete tutti uniti nello stesso respiro, nello stesso battito del cuore.

Respirate la stessa Aria,
vivete dello stesso Fuoco,
vi bagnate nella stessa Acqua,
e la Madre ogni giorno vi accoglie nelle sue braccia amorevoli,
e in ogni caso vi tiene vicino a sé (Surabhi qui scandisce molto lentamente le parole).

Non c’è differenza tra Cielo e Terra,
poiché l’uno sono lo specchio dell’altro,
e a voi è dato di sperimentare questa connessione profonda.

E ogni volta che entrate in connessione con me,
quello è il momento di aprire il cuore,
di lasciarsi portare per scegliere la propria direzione di vita,
perché a voi è data la scelta.

Vostra è la responsabilità di scegliere,
vostro è il cammino che avete scelto prima di diventare umani.

Ma io veglio su di voi con la profondità del mio amore e vi benedico.

Andate in pace.


Surabhi, Yule e Solstizio d’Inverno 2014
Surabhi - tecnica mista acquarello e soft pastels

sabato 13 dicembre 2014

MIKE ROWLAND - Listen to your Heart

Messaggio degli Angeli degli Elementi (Deva)

E ringraziamo gli Angeli che sono stati con noi anche questa sera,
e che in questo momento si stanno posizionando alle nostre spalle formando un cerchio come il nostro, e questo cerchio è formato dalle loro ali:
ali che ci proteggono, che ci ispirano, che ci danno forza, equilibrio e armonia.

E le loro ali formano una stella ad 8 punte, e dentro questa stella noi possiamo racchiudere la nostra energia e portare al centro le nostre preghiere e i nostri desideri,
e affidare alla loro forza e alla loro attenzione ciò che a volte per noi è difficile
da accettare, da comprendere, e da elaborare.

Così, questa forma di ali è un’energia che ci sostiene e che ci aiuta anche nel tempo, e alla quale possiamo ricorrere ogni volta che ne abbiamo bisogno, disegnandola o visualizzandola,
come un potente cerchio.

E gli Angeli ci invitano ad alzare le mani verso l’alto, mentre un vortice di nuovo si forma,
per diventare un cono di luce che cade verso l’alto e che fa piovere gocce di energia
su ognuno di noi.

E questa è la benedizione degli Elementi, degli Angeli degli Elementi.

E portiamo le mani sul cuore mentre assorbiamo questa benedizione energetica,
e diciamo Grazie! agli Angeli degli Elementi dal profondo del cuore.


Surabhi, giovedì 27 novembre 2014



 
acrilico su tela

lunedì 17 novembre 2014

a proposito di disegni

Messaggio dell’Arcangelo Metatron


-.....E ringraziamo l’Arcangelo Metatron che è stato qui con noi questa sera.

E l’Arcangelo ci dice che, attraverso la pittura ed i disegni,
ha mandato dei messaggi che lavoreranno dentro di voi nel tempo,
perché il messaggio che arriva attraverso le immagini e attraverso i colori
è un messaggio più sottile e più profondo di quello che arriva con le parole.

In realtà il modo più corretto di comunicare sarebbe quello nel silenzio,
perché nel silenzio si aprono le coscienze,
ma è difficile questo concetto da accettare,
perché gli umani hanno bisogno di qualcosa di tangibile,
e allora gli Arcangeli lavorano su più piani:
sul piano della parola, sul piano dell’immagine, sul piano dell’energia, della vibrazione,
e su un piano più profondo che va a smuovere di più le coscienze nel tempo,
e questo è quello che avviene anche quando si parla dei quattro Mondi:

(nota: dell’Albero della Vita: Atziluth "Emanazione", Beri'ah "Creazione", Yetzirah "Formazione", Assiah "Azione"). 

sono condizioni diverse che appartengono allo stesso Uno,
appartengono a un Tutto Uno.

E’ come se il loro modo di comunicare avesse più facce,
più dimensioni atemporali, spaziali, vibrazionali, cosmiche.

E poiché questi Mondi, si integrano tra di loro e hanno bisogno,
attraverso l’integrazione, di arrivare fino a noi,
questi Mondi vengono utilizzati in funzione del percorso dell’Anima.

E, a seconda delle esperienze che dobbiamo fare o del momento che stiamo vivendo,
ecco che uno dei quattro Mondi prende il sopravvento,
perché in ogni caso la vibrazione deve scendere sul piano fisico,
sul piano concreto, ed è complementare quindi ad un livello più alto.

Metatron ci saluta e ci benedice.

Surabhi, giovedì 13 novembre 2014

nota: il numero esoterico corrispondente alla data della canalizzazione è il 4.







Note: il numero esoterico di oggi è il 4.

lunedì 3 novembre 2014

Messaggio della Dea Madre


E ringraziamo tutti gli Dei che sono stati con noi oggi in questa giornata e la Dea Madre, che ci ha sostenuto, ci ha accudito amorevolmente, è stata con noi e ci ha portato la sua energia.

E al centro di questo cerchio si sta formando una fiamma rosa, e la Dea dice:
“Figlie mie,
sono stata con voi in questa giornata per portarvi il mio amore, la mia benedizione e il mio sostegno.
Molta strada avete fatto e ancora tanta ne dovete fare,
ma nel continuare il vostro cammino ogni giorno sarà un po’ più lieve:
inciamperete ancora, gli ostacoli saranno ancora con voi per aiutarvi nell’esperienza terrena, ma oggi il vostro cuore, che vibra nella la mia direzione, è un cuore che comprende, un cuore che perdona, un cuore che dà amore senza giudizi.
Ciò è fondamentale per la vostra crescita, perché, come sapete, tutto passa attraverso il cuore,
e nel cuore si sperimenta, pronto a portare parole di conforto a tutti coloro che ne hanno bisogno.

Donne voi siete, Madri, Sorelle, Figlie:
tutte figlie mie, tutte figlie del mio cuore, tutte benedette, tutte ascoltate nelle vostre richieste.

E quando chiedete con cuore puro la vostra richiesta va oltre il tempo e lo spazio,
e forma quella energia che vi ritorna più e più volte sotto varie forme, sotto vari incontri.
Non sottovalutate quindi le anime che incontrate, i suggerimenti che vi arrivano, i messaggi che cadono sulla vostra strada, poiché fa parte tutto dell’uno, senza spazio né tempo.

Io pongo le mie mani benedicenti su di voi perché accresca il vostro amore,
la vostra fiducia e la vostra dedizione, e vi dico andate in pace nel segno amorevole della Luna”.


Surabhi, 26 ottobre 2014 – Le Donne della Dea – giornata intera a Cascina Bagaggera 

domenica 2 novembre 2014

Estia e il fuoco

La spirale degli Dei

Questa sera vi ho portato al centro del vostro essere,
con questo Fuoco Sacro,
poiché il primo fuoco sacro è quello che arde dentro di voi:
una fiamma indomita, che a volte sembra svanire, rimpicciolire,
piegata dal vento delle delusioni, dei dispiaceri, dei dubbi…

Ma quando meno ve l’aspettate e vi sembra che la fiamma si sia spenta,
ecco che ritorna dentro di voi: più forte, più sicura e più potente di prima.

Questo il senso del Fuoco Sacro che ogni donna alimenta dentro di sé,
prima di donarlo alla sua casa, alla sua famiglia e ai suoi cari.

Di donna in donna, nei secoli e nei secoli
questo fuoco non si è mai spento,
è sempre stato lì a ricordare la vostra forza femminile,
il vostro coraggio, la vostra capacità di agire.

E il fuoco ancora oggi vive silente in tutte le case,
protegge, rassicura, scalda, nutre,
e ogni donna nella sua casa è la Sacerdotessa dedicata al Fuoco Sacro,
un fuoco amoroso di vita.

Voi, Sorelle, siete le portatrici consapevoli di questo fuoco.

Questo fuoco rappresenta per voi la torcia della fede profonda,
il simbolo potente della Dea che è in ogni luogo,
e il fuoco per voi traccia un sentiero luminoso dal quale non potete discostarvi,
perché non ne siete capaci, perché nel fuoco c’è amore, c’è profondità, c’è chiarezza.

Che la vostra strada, la strada del vostro cuore,
sia luminosa come questa fiamma perpetua e antica.

Io sono Estia e vi benedico,
poiché sono una parte imprescindibile di ognuna di voi.

Andate in pace”.


Frase per lo spegnimento del fuoco/candela:

Per il momento spengo questo fuoco,
perché so che rimane acceso dentro di me”.


Surabhi, giovedì, 16 ottobre 2014 

Estia – spirale degli Dei –

 18 settembre 2014

Ogni focolare di per sé rappresenta l'ombelico del mondo e il
perfetto divenire di ogni cosa.
L'immortale cerchio dell'impermanenza, senza principio né fine.
Pura essenza Cosmica.
Potente esprressione di vita.
Poiché senza focolare, vita non c'è, così come senza la pura essenza dell'arcano femminile: nascosto, silente, immutabile e accogliente.
Questo senso del focolare, alberga in tutte le anime e scalda i loro cuori con il fuoco comune della partecipazione e dell'Energia Vitale.
Estia ti saluta e mette tra le tue mani, la piccola fiamma dell'azione armoniosa.

Estia

Durante la serata della "Spirale degli Dei"
voce di Paola nel ruolo di Estia



IO SONO ESTIA.
IO SONO IL FUOCO SACRO CHE ARDE NELLE DIMORE,
NEL TEMPIO DELLA COMUNITA' ……
LA DIMORA CHE IO PROTEGGO E’ SACRA.

DO RIFUGIO AI SUPPLICI
CONFORTO CON IL MIO CALORE COLORO CHE RITORNANO A CASA.
TRA LE MIE MURA GLI OSPITI SONO AL SICURO.

IL MIO BRACIERE E’ ROTONDO…… SIMBOLO DELLA COMPLETEZZA.

SONO VERGINE VOLONTARIA, COMPLETA IN ME STESSA.
RIVOLTA AL MONDO INTERNO, AL DENTRO, ALLA CURA E ALLA MEDITAZIONE.
METTO A FUOCO LA COSCIENZA, AFFINO LO SGUARDO INTERIORE.

NEL MONDO CONFUSO IN CUI VI TROVATE VI PORTO CHIAREZZA,
IL PUNTO FERMO CHE DA’ UN SENSO ALLE VOSTRE ATTIVITA’.
CON ME RESTERETE SALDE NEL CAOS DELLA VITA QUOTIDIANA.

VI DONO IL MIO FUOCO E VI BENEDICO SORELLE AMATE
IO SONO IL CALORE CHE SI RISVEGLIA DENTRO OGNUNA DI VOI
PORTATELO CON VOI
COME UN TEMPO LE SPOSE ALLE VOSTRE DIMORE,
LI’ SARO’ CON VOI E VI CUSTODIRò
COME DA SEMPRE E’ STATO.

SIATE IN PACE.

lunedì 20 ottobre 2014

Amore Cosmico


 posto volentieri. se volete potete scrivere all'indirizzo di Amore Cosmico per avere la news letter
"Scrivere agli amici, usando un corridoio moderno su
cui viaggia il mondo web è certo una cosa che già fate,
però questo foglio servirà per scambiare le vostre
impressioni e i commenti sulle lezioni arrivate da più lontano,
attraverso l’altro corridoio invisibile, quello dei canali medianici, che
fanno vibrare la nostra Anima e che ci donano il sapere e gli argomenti
per riflettere, guarire e cambiare la nostra vita.
Il vecchio, classico uso della scrittura e della descrizione, è ormai da
molti anni abbandonato per praticità, così ci limitiamo ai
nuovi canoni linguistici. 
Questa è l’occasione per stimolare e sentirci più uniti e liberi di raccontare le nostre emozioni ed esperienze."
tratto da
gliappuntiinvisibilidi
LIBERA RASSEGNA E BREVI COMMENTI - IMPRESSIONI SULL’ amore cosmico

Se volete saperne di più o accedere alla news letter 
scrivete a
amorecosmico4@alice.it

lunedì 13 ottobre 2014

Lunar

Uno dei dipinti canalizzati da Surabhi che verrà esposto insieme ad altri suoi dipinti,  a Benessere Planet Festival- sabato 18 e domenica 19 ottobre, a Cinisello Balsamo.
Surabhi sarà presente per una piccola visita guidata.
Lunar - acrilico su carta

venerdì 19 settembre 2014

Estia & Hermes – la spirale degli Dei – 18 settembre 2014

La fiamma rifrange nello specchio e cambia i suoi significati.
Permanente impermanenza
Regola sregolata di vita.


E&H

Hermes – spirale degli Dei – 18 settembre 2014

Quando senti il soffio dell'ispirazione, Io sono con te.



E sono con te, con la tua voglia di cambiare, di violare le regole, di ribellarti, di fare gli sberleffi al mondo.
Sono con te, quando menti a te stessa, quando decidi all'omprovviso e lasci da parte la ragione.
Quando senti che è ora di partire e viaggiare nelle regioni più nascoste dell'anima.
Quando cambi idea e scomponi ciò che era composto nell'ordine,
Quando lasci spazio ai sogni.
Sono Colui che ti rivela i significati nascosti di cose e gesti, quotidiani e banali.
Sono Hermes che ti sorride dallo specchio.
Sono il tuo amante e tuo fratello.
Il tuo ispiratore e il tuo disinganno.
Fedele, infedele negli anni.

Pongo la mia benedizione su di te e sulle tue sorelle.

Estia – spirale degli Dei – 18 settembre 2014

Ogni focolare di per sé rappresenta l'ombelico del mondo e il
perfetto divenire di ogni cosa.
L'immortale cerchio dell'impermanenza, senza principio né fine.
Pura essenza Cosmica.
Potente espressione di vita.
Poiché senza focolare, vita non c'è, così come senza la pura essenza dell'arcano femminile: nascosto, silente, immutabile e accogliente.
Questo senso del focolare, alberga in tutte le anime e scalda i loro cuori con il fuoco comune della partecipazione e dell'Energia Vitale.

Estia ti saluta e mette tra le tue mani, la piccola fiamma dell'azione armoniosa.

domenica 17 agosto 2014

Arcangelo Hesediel sull'informazione e la comunicazione


Messaggio dell’Arcangelo Hesediel
E all’interno di questo cerchio si sta formando un’intensa colonna viola,
con degli sprazzi dorati, ed è la potenza dell’Arcangelo Hesediel, che è ancora qui con noi
e che ha ascoltato anche la nostra ultima parte di discussione.

E sorride divertito, perché, mi sta dicendo, che è inutile contrastare il progresso:
il progresso va accettato e alchemizzato.

La parola “progresso” ha per ognuno di voi un significato differente,
per coloro che hanno sperimentato l’assenza della comunicazione,
i mezzi di comunicazione sono ancora sorprendenti, innovativi, incuriosenti;
per coloro che sono nati con i mezzi di comunicazione, sono dati per scontati,
e è questo il significato che loro attribuiscono all’andare oltre, ma ci sono ancora larghe fette di popolazione di diversi paesi che non sono esposti alla comunicazione.

La comunicazione è un servizio per la comunità, poiché consente di far passare opinioni, informazioni, notizie alle quali altrimenti sarebbe difficile accedere.

Purtroppo l’animo umano, nella sua incostanza, spesso si carica in maniera esagerata
di informazione, comunicazione, notizie perché l’animo umano è affamato
e sente la necessità di riempire un vuoto attraverso gli strumenti che possiede.

Gli strumenti in sé non sono né cattivi né buoni, sono semplicemente degli strumenti:
sta alla vostra coscienza e alla vostra determinazione di gestirli nel modo più consono per voi.

L’Arcangelo vi benedice e vi dice: andate in pace.

martedì, 5 agosto 2014 

Prova a scomporre la parola informazione
in-forma – azione

potresti notare che il suffisso in- significa qualcosa da interiorizzare. Se mantieni la parola completa avrai in-formazione. Cioè qualcosa che si può interiorizzare per consentire la “formazione”, cioè l'istruzione.i.
Se invece la didividi ulteriormente in-forma-azione: ti dice che è un'azione che passa attraverso la forma poter essere interiorizzata.
Ecco perchè la forma è così determinante per l'istruzione degli individui. Perché senza in-formazione non c'è possibilità di elaborazione. Anche i testi più antichi erano testi di in-formazione ( come la Bibbia) perché passavano concetti fondamentali e anche regole di vita.

Non è importante quale forma prenda l'informazione, la tecnologia avanzata porta maggior facilità di formazione. Ed anche nei più piccoli e direste voi più poveri elaborati possono nascondersi piccoli, brevi messaggi fondamentali. Dovete solo osservare e non giudicare.

Da dove pensate che venga la tecnologia? Questa nuova abilità di diffusione? Viene, come tutto quanto è avvenuto nei secoli scorsi, attraverso impulsi inviati a persone/individui preposti alla crescita umana da forme avanzate/elevate per consentirvi un ulteriore passo nella conoscenza e nell'elevazione spirituale che si forma attraverso la conoscenza allargata di ogni fenomeno.

Ecco perché l'in-formazione è così importante: senza informazione non c'è conoscenza, senza conoscenza non c'è elevazione.

Non giudicate i mezzi che vi vengono offerti ma godete delle possibilità che vi offrono senza abusarne. Le menti dei vostri figli sono aperte, in grado di discernernere e di scegliere selettivamente.

Il sistema informativo sta nella via di mezzo. E' un contenitore. Sta a voi scegliere i contenuti non giudicando ma osservando e capitalizzando ciò che a voi serve per crescere.
Separate le informazioni e restate nell'in-formazione.
Andate in pace.

6 agosto 2014
 

Messaggio di Hathor


Messaggio di Hathor

E ringraziamo i Maestri e le Guide che sono state con noi e che ci hanno consentito di accedere ad un’energia potente di guarigione, purificazione di espansione anche.
E Hathor sta dicendo che ogni volta che ci connettiamo con la musica sotto forma di preghiera,
come i mantra o anche le preghiere di tutte le religioni, noi mandiamo verso l’alto i nostri obiettivi, i nostri desideri, le nostre richieste di perdono, di aiuto e di sostegno.

Quando utilizziamo la preghiera si forma una potente colonna di luce,
che passa le dimensioni per mettersi in contatto.

Quando utilizziamo la preghiera in musica, questo contatto è molto più potente .

Immaginate, mi dice, un’enorme colonna incandescente,
una sorta di colonna di fuoco bianco,
un fuoco che non brucia, ma che porta dentro di sé tutta la potenza che le vostre intenzioni
hanno dato alla preghiera cantata.

Più c’è consapevolezza in quello che fate cantando più questo canto diventa un’offerta,
un’offerta al Divino, in quell’offerta vi annullate,
e vi annullate nella fiducia, nella consapevolezza,
e nel sapere che siete tutt’uno con le dimensioni più alte.

Questa forza, questa potenza, vi consente di attivare una capacità di guarigione
e di armonizzazione, che va ben oltre le vostre persone fisiche.

In questa colonna incandescente sta tutto ciò di cui volete liberarvi,
ma anche tutto ciò che volete attivare,
e ritorna, sotto forma di benedizione.

Quella che voi chiamate benedizione, non è solo un gesto, ma è un’attivazione vera e propria che entra nel profondo e muove e sostiene i vostri obiettivi attraverso le parole e attraverso gli atti;
anche l’ispirazione è una benedizione che entra nel profondo di ognuno di voi per attivare nuove idee nuovi comportamenti nuovi modi di essere.

Questa sera la benedizione è potente, definita e precisa.
È come un raggio potentissimo che tocca i vostri cuori e libera la vostra mente
dai condizionamenti, dalle ipocrisie, e vi aiuta a cambiare nel profondo.

Io sono Hathor, e vi dico: andate in pace

Got Atam Salem


Surabhi

Serata dedicata ai Mantra - martedì 29 luglio 2014

Le Donne della Dea

E la Dea dice: benvenute nel mio giardino.

Ben ritrovate a coloro che sono già entrate in connessione con me,
e benvenute alle due novizie che oggi sono entrate per la prima volta nel mio giardino.

Il cielo brilla dei miei simboli e contemporaneamente potete ammirare:
la Luna crescente, la Luna piena e la Luna calante.
E la Luna nuova in opposto.

Perché esse sono sempre presenti laddove io sono.

Io sono la Vergine, la Madre, la Saggia.

E onoro il passare delle stagioni, il passare del tempo.

Ma nel tempo si formano le emozioni più profonde,
il contatto con me, il contatto con il mio amore,
con la mia protezione, con la mia compassione.

Affidatevi a me, chiedete, lasciate che la mia energia si fonda con la vostra.

Perché ogni volta che le nostre energie si fondono
noi siamo tutt’uno: io sono voi e voi siete me.

Voi, nel vostro femminile più profondo, siete il mio specchio.

Ognuna è una parte di me secondo il suo tempo.

Quella di oggi non è stata solo una rappresentazione,
quella di oggi è stato il calarsi  nella consapevolezza del vostro cammino:
l’inizio, il centro e il cambiamento.

Questo è ciò che io vi porto con la mia energia.

Chi ha percorso un lungo cammino ha sperimentato tutte le fasi dell’evoluzione del femminile;
chi è all’inizio sta connettendo la sua energia con la mia,
perché le porte della vita si spalancano davanti a lei;
chi sta centro è nel pieno della sua fioritura
e di questo deve esserne orgogliosa e felice.

Chiamatemi con tanti nomi.

Io sono la Dea,
e a seconda del nome vi porto le mie qualità,
e a seconda del nome che mi date intervengo con quelle qualità,
per supportare le vostre richieste.

Amatemi come io vi amo,
onoratemi come io vi onoro,
servitemi come io vi servo.

Io sono la Luna, io sono la Dea.

Io sono Colei che abita il tempo,
che viene dalla notte dei tempi ed è proiettata nel futuro,
nel futuro di ognuno di voi,
e nel futuro del mondo.

Come si semina e si raccoglie.

Protetti dal mio mantello si è in pace e in armonia.

Figlie, Madri, Sagge.

Tutte sotto il mio mantello,
tutte sotto  la mia energia e la mia forza.

Vi benedico e vi dico: andate in pace.

Sabato, 20 Aprile 2013 

Ares - la spirale degli Dei


Messaggio di Ares

Come direste voi vi abbiamo dato qualche minuto di ricreazione,
perché, come giustamente avete osservato, l’energia è particolarmente forte questa sera
ed è forte per insegnarvi a mantenere centratura, armonizzazione e discernimento.

A volte, come ben sapete, anche le serate più semplici sono ricche di energie, ricche di nutrimento, e questa sera ciò che è accaduto è stato molto importante, poiché in modi diversi vi sono state indicate delle strade.

Di queste strade vedrete l’andamento, la direzione nel tempo,
scoprirete passo dopo passo dove la vostra strada vi porta,
una strada singola, personale e regolata da obiettivi
che la vostra anima conosce e a volte voi intravedete .

Ogni cosa ha un ritmo come la musica, come il tempo,
che deve accordarsi con il vostro ritmo interiore, e questa è un’altra lezione.

Armonizzarsi con il proprio ritmo interiore significa trovare una comprensione diversa di ciò che vi anima e ciò che vi spinge distintamente in una certa direzione.

La fiducia, come facevate notare, è importante in questo processo,
poiché fiducia significa assenza di paura,
fiducia significa lasciare andare,
fiducia significa partecipare ad un processo di cambiamento e di rinnovamento continuo.
Non c’è tempo per fermarsi, c’è tempo solo per andare avanti.

Anche nel tempo del raccolto c’è una spinta in avanti,
poiché così è il bioritmo vitale,
non c’è fermata, la fermata è solo nella vostra testa.

Poiché anche quando vi sembra di essere fermi,
in realtà c’è un processo che è iniziato, che continua il suo percorso.
Ares vi saluta e vi incoraggia a continuare.

Andate in pace.


Surabhi, giovedì 19 giugno 2014

giovedì 22 maggio 2014

Mini-messaggio del 1998


Ascoltate uomini e donne di Atlantide:
il messaggio è per non dimenticare, perché il tempo non è ancora venuto ma verrà


Presto verrà e voi liberi sarete finalmente di ritornare all’antica sapienza
e all’antica pace che avete perso sì, ma non dimenticato.
mappa di Platone

Che l’amore e  la speranza siano nei vostri cuori.

Noi vegliamo su di voi.

Abash Atabash Selim, Mohé

la spirale degli Dei - Demetra


Io sono Demetra
la madre che orgogliosamente sostiene e guida i propri figli. 
Io sono il potere dell’abbondanza , la messe rigogliosa che nasce dal mio ventre per donare nutrimento a tutti gli umani. Senza distinzione. Per puro amore.

Io sono sole e luna contemporaneamente, pioggia e sereno. 
Io sono.
Come Madre, come nutrice. Il mio grembo è pieno di fiori, nei miei capelli volano farfalle e piccoli uccelli,  accanto a me giacciono leoni e caprioli, serpenti luminosi e pecorelle.

Niente mi è impossibile, perché sono la Madre. La Terra. La Nutrice.

Abbiate cura di voi e con amore avrete cura anche degli altri.
Io diffondo il mio amore senza riserve su tutti e in particolare su di voi che siete le mie figlie predilette.

Donne. Madri. Spose. Io vi benedico e vi mando il raggio di abbondanza che vi aiuta a camminare nella vita, senza paura, senza ansia. 
Camminate nel Sole, camminate nella Luna.
Osservate le messi rigogliose perché siete fatte della stessa materia. Nutrimento e amore . E per questo vi benedico

Andate in Pace.




(la spirale degli Dei – 27 marzo 2014)

la spirale degli Dei - Poseidon


Io sono Poseidon e ti do il benvenuto nel mio regno di cristalli d’acqua.

Io ti porto le emozioni e l’armonia che derivano dal vivere costantemente nella fluidità. Una fluidità che porta le percezioni personali ad un livello di vibrazione più alto. E pongo sul tuo capo il mio tridente d’ambra, per portarti protezione e incoraggiarti a vivere la tua vita così come va vissuta. 
Senza aspettative, senza paure, senza impedimenti e...senza confini.

Uno spazio dilatato nel quale tutto può accadere e tutto accade in un continuum senza tempo. Perché voi siete il tempo. Il vostro tempo. E solo voi potete armonizzarlo, gestirlo e usarlo correttamente.

Il tempo si dilata, il tempo scorre ma anche si ferma. Sta a voi quale direzione scegliere, perché ogni direzione è illimitata. 
Fluida come l’acqua che scorre e ritorna, nel tempo senza tempo.

Io ti benedico sorella e ti dico vai in pace.

(la spirale degli Dei – 27 marzo 2014)

Artemide


E ringraziamo la Dea Artemide ed il Dio Apollo che sono stati con noi questa sera e che ci hanno indicato la via, con le parole e con i simboli.

E al’interno di questo cerchio si sta formando una piccola pozza d’acqua trasparente,
che si divede in piccoli rivoli, ed ognuno di questi rivoli tocca i nostri piedi,
come se fosse argento liquido.

E questo è il regalo che ci fa la Dea, affinché il nostro cammino sia illuminato ed addolcito
dalla Luna e sia un cammino di preparazione, di ascolto, nel femminile per il femminile.

E la Dea augura a tutti buona caccia, perché la caccia non è solo quella che viene intesa normalmente dagli umani come cacciare gli animali: per le donne l’arco è uno strumento fondamentale, insieme alle frecce, per poter mandare messaggi.

Anche l’insegnamento viene fatto con l’arco e le frecce:
la freccia è la comunicazione che viene spedita lontano e che si diffonde,
ma per lanciare una freccia c’è bisogno dell’arco, c’è bisogno di tendere l’arco
e la tensione del’arco è la forza, quindi la forza del femminile.

Quando tendete l’arco da un punto di vista fisico i vostri muscoli sono tutti in gioco, in tensione, per rilassarsi nel momento in cui viene lanciata la freccia.
Così è anche per la vostra anima e per il vostro campo energetico:
nel momento in cui la freccia viene scagliata, il campo energetico si rilassa e nello stesso tempo si armonizza e si riempie di luce e di energia.
Questa energia è un’energia di propulsione, una spinta che vi lancia nel mondo,
anche nel mondo superiore.

Quindi di nuovo la Dea vi augura buona caccia Sorelle della Luna e vi benedice.

martedì 29 aprile 2014

la spirale degli dei - Messaggio di Ade


Fosca (mentre guarda nella ciotola dell’acqua):
Quale mondo voi varcate non ha importanza,
ma l’energia che esso sprigiona è importante per voi;
quindi Sorelle badate, ascoltate,
perché Io sono presente fra voi.

La paura aiuta a mantenere il coraggio,
perché il coraggio è forte in voi.

Più piani ci sono nelle nostre stanze,
varcare le porte è solo un istante.

Sempre ancorate alla Luce voi siete,
ma badate bene di stare sempre unite.

Ora Io vi dico: paura non dovete avere,
perché c’è chi protegge e chi vi segue.

Io sono forte nel mio mondo, ma sempre aperto sono al vostro ritorno
e quindi Sorelle - Sorelle di Luce - la tenebra e il buio è solo pace”.

Surabhi:

Io Ade parlo con molteplici forme,
io sono l’acqua, sono il vento, sono la polvere,
ma non fatevi ingannare poiché Io sono tutto e niente,
e in questo tutto e niente sta la mia forza ma anche la vostra.

Le tenebre sono tali finché non irrompe la luce,
e la luce è tale finché non irrompono le tenebre:
questo è un continuum, un divenire come il sacro Ouroboros,
che forma un cerchio perfetto e così anche le vostre vite formano un cerchio perfetto e continuo,
da un’esperienza all’altra, da una vita all’altra.

Io vi accolgo e vi riporto dal buio alla luce,
poi tornate a me e poi ritornate,
così è per voi e così è per la mia sacra sposa,
che passa da un mondo all’altro esattamente come fate voi.

Voi, come altri, avete anche il privilegio di passare dal vostro mondo al sopramondo,
di esplorare dimensioni diverse,
di sentire con le vostre emozioni e con la vostra anima.

Questo capita solo dopo un adeguato addestramento,
che ognuna di voi ha avuto fin dalla notte dei tempi,
ed è questo addestramento che vi porta a percepire,
che vi porta oltre la mente, che vi porta a sperimentare.

E questa è la vostra forza e anche la nostra,
poiché voi vi alimentate da noi e noi ci alimentiamo da voi,
siamo strettamente correlati:
nella luce, nel perdono e nell’armonia.
Io apro le mie braccia a cerchio verso di voi per dirvi: non temete!

Sono Ade,
Signore del sottomondo,
Maestro delle Esperienze,
Governatore del Tempo,
Istruttore Lunare.

Andate in pace”.


Messaggio finale:

E ringraziamo Persefone, Ade, il Maestro Serapis Bey che ci tiene sempre sotto tiro e “sotto scacco”,
e sentiamo l’energia di questi Maestri e di questi Dei che sono stati con noi stasera,
mentre si sta formando una fiamma al centro di questo cerchio,
una fiamma di pulizia, di purificazione, una fiamma fredda.
E ringraziamo, quindi, anche per quest’ultimo regalo.


La Spirale degli Dei, giovedì 24 aprile 2014

Google+ Followers

Google+ Badge