martedì 14 maggio 2013

dal 31 maggio al 2 giugno, mi trovate qui
https://www.facebook.com/events/165398156954126/

terrò le letture di AuraSoma e tanto altro, che vi dirò nel prossimo post

lunedì 6 maggio 2013

Venerdì, 3 maggio 2013 - Beltane -


Ogni volta che entrate in uno spazio magico,
questo spazio si dilata o si restringe
in funzione di ciò che accade dentro di voi.

Lo spazio è sempre lo stesso
ma in realtà ha una sua flessibilità,
una sua interazione con voi.

Questa interazione nasce dal vostro bisogno profondo
di connettervi con un’energia di sperimentazione,
di cambiamento, di amplificazione del vostro vissuto quotidiano.

In questo spazio ciò che accade viene amplificato
ed è così che potete sperimentare in breve tempo
quello che fuori sperimentereste in un tempo assai più lungo.

Questa accelerazione è figlia del vostro tempo,
è un’accelerazione necessaria per consentire al campo energetico
di ri-tararsi sulla nuova vibrazione del nuovo periodo.

Questo periodo è figlio dell’Era dell’Acquario,
è iniziato e si sta sviluppando velocemente con grande forza.

Questa è la ragione per cui sempre più bambini, che voi chiamate “indaco”,
stanno scendendo sulla terra insieme agli altri bimbi, così detti “cristallo”,
che hanno un’energia ancora superiore.

Questi bambini sono dei maestri,
che sperimentano la loro forza energetica nella quotidianità
e aiutano gli adulti a essere più consapevoli
e meno legati a schemi ormai superati.

Infatti ciò che sapete andrebbe azzerato,
per ritornare in una condizione che vi consenta di aprirvi a nuovi orizzonti,
sempre meno preda del mentale e sempre più aperti di cuore.

Il rito di questa sera è stato una sorta di avanzamento e di cambiamento energetico,
non solo secondo il ritmo della natura e quindi in accordo con la ruota dell’anno,
ma soprattutto perché l’energia sempre più forte vi costringe ad alzare la vostra vibrazione,
per seguire e mantenere il ritmo.

Questo ritmo ha il valore del 3 e del 7,
e questi sono i numeri che vi seguiranno nei prossimi mesi
e che vi aiuteranno a capire le leggi profonde del cosmo.

La forte vibrazione che state percependo è la nostra benedizione per voi.

Gli Arconti della Salvezza e della Luce Cosmica vi salutano.



(Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.)
Gli Arconti (dal greco arkhonontos), sono quelle figure che nella teogonia e cosmogonia gnostica svolgono il ruolo di giudici e controllori del mondo materiale.
Nella visione gnostica il mondo materiale è diviso sia ontologicamente che fenomenologicamente dalla sfera divina (Pleroma), un luogo atemporale ed adimensionale preesistente ad ogni cosa. Questa divisione si originò da un "peccato iniziale", attraverso il quale una emanazione divina si frappose tra il mondo materiale da essa generato, dove l'uomo si trova imprigionato, ed un Dio superiore ed occulto. Nello gnosticismo di origine iranica, dove il dualismo raggiunge l'apice, si assiste allo scontro eterno e titanico tra due divinità, mentre in quello ellenizzante e giudaizzante, opposta al Dio occulto si erge la figura di un "dio minore", il Demiurgo, che viene coadiuvato da una serie di emanazioni generate da lui stesso, gli Arconti. Il mondo materiale, quindi, non è altro che un incidente di percorso, una creazione degli Arconti, che, ricordandosi della perfezione del Pleroma, cercano di riprodurla attraverso l'imposizione di regole e l'applicazione di leggi che, per quanto in difetto, tendono a riprodurne la realtà: l'universo è il ricordo di ciò che un tempo essi conobbero.
Gli arconti sono quindi le potenze responsabili della creazione dell'uomo e del mondo materiale, ma anche le potenze che, grazie al loro ricordo dell'armonia e dell'ordine del Pleroma, danno le regole del Cosmo e del Tempo. Ma la loro funzione non si limita a questo. Essi sono anche il maggiore ostacolo al ritorno dell'uomo verso il Dio occulto

Google+ Followers

Google+ Badge