lunedì 4 marzo 2013

Iside e Ra: metafora dell'eclissi

Iside passa con il suo manto blu, intessuto di fili d’argento e di rivoli d’acqua che brillano e scintillano e tende le sue bianche braccia verso Ra che si abbandona alla richiesta di fusione.
 
Ra lascia il passo a Iside che lo copre con il suo mantello e forte è la tentazione di abbandonarsi al suo morbido abbraccio. Abbandonarsi all’oblio, lasciarsi sopraffare dal sogno che Iside porta con sé al suo passaggio.
Ma la legge Cosmogonica ha il sopravvento.
 
Così Iside passa e Ra  non la ferma. La guarda passare ed insieme a Lei passa il desiderio d’oblio. Ra, reintegrato nella sua originale funzione, ritorna vittorioso a brillare, in un ciclo di vita e di morte che non ha fine né principio.
Semplicemente E’.





11 agosto 1999



Questa è anche la metafora del solstizio d'inverno.




Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Google+ Followers

Google+ Badge